Capitolo di San Michele Arcangelo

ORDINE CONGREGAZIONALE TEMPLARE “JACQUES DE MOLAY”

++
Capitolo in onore del ns. Santo Patrono San Michele Arcangelo.

Reggio Calabria, Chiesa dell’Annunziata, 8 Ottobre 2017

22228212_1643169879050246_2035334823456802162_n22228493_1643169915716909_6570052929359614697_n22228519_1643169852383582_8551042741512681975_n22281998_1643169792383588_8491269197773478017_n22308800_1643169825716918_3063450172027342873_n22308866_1643169762383591_5471512781829486344_n

Annunci

San Michele Arcangelo ns. Patrono

ORDINE CONGREGAZIONALE TEMPLARE “JACQUES DE MOLAY”

Atto di affidamento a San Michele Arcangelo.
Principe nobilissimo delle angeliche Gerarchie, valoroso guerriero dell’Altissimo, amatore zelante della gloria del Signore, terrore degli angeli ribelli, amore e delizia di tutti gli Angeli giusti, Arcangelo San Michele, desiderando io di essere nel numero dei tuoi devoti, a te oggi mi offro e mi dono.
Pongo me stesso, il mio lavoro, la mia famiglia, gli amici e quanto mi appartiene sotto la tua vigile protezione.
E’ piccola la mia offerta essendo io un misero peccatore, ma tu gradisci l’affetto del mio cuore.
Ricordati che se da quest’oggi sono sotto il tuo patrocinio tu devi assistermi in tutta la mia vita.
Procurami il perdono dei miei molti e gravi peccati, la grazia di amare di cuore il mio Dio, il mio caro salvatore Gesù, la mia dolce Madre Maria, e tutti gli uomini miei fratelli amati dal Padre e redenti dal Figlio.
Impetrami quegli aiuti che sono necessari per arrivare alla corona della gloria.
Difendimi sempre dai nemici dell’anima mia specialmente nell’ultimo istante delle mia vita.
Vieni in quell’ora, o glorioso Arcangelo, assistimi nella lotta e respingi lontano da me, negli abissi d’inferno, quell’angelo prevaricatore e superbo che prostrasti nel combattimento in Cielo.
Presentami, allora, al trono di Dio per cantare con te, Arcangelo San Michele, e con tutti gli Angeli lode, onore e gloria /a Colui che regna nei secoli eterni.
Amen.
oct-san-michele-arcangelo-santo-patrono

Ammissione all’Ordine

ORDINE CONGREGAZIONALE TEMPLARE “JACQUES DE MOLAY”

++
Comunichiamo ai tanti che ci scrivono in privato che non rilasciamo informazioni attraverso fb.
Il metodo corretto per “avvicinarsi” a Noi e inviare alla mail oct.jacquesdemolay@gmail.com un breve curriculum vitae con tutti i riferimenti di contatto (telefono, città di residenza, ecc..).
Sarà nostra cura rispondere a tutti in modo puntuale.
La Cancelleria

16665364_1404792229554680_3584825525303176660_otemplari

Salutiamo il nuovo Patriarca del MELKITI

ORDINE CONGREGAZIONALE TEMPLARE “JACQUES DE MOLAY”

Siamo lieti di comunicare che questa mattina il Sinodo della Chiesa Melkita ha eletto il successore di Gregorios III Laham, il nuovo Patriarca della chiesa Melkita è Mons. Joseph Absi, già Vicario Patriarcale a Damasco.

Esprimo il compiacimento mio personale e di tutto l’Ordine e ci inchiniamo davanti al Patriarca.
GM Fra Renato Mollica

Il nuovo patriarca Joseph Absi è nato il 20 giugno 1946 (ha compiuto ieri 71 anni) a Damasco, in Siria, ma possiede anche la cittadinanza libanese. Dal 2007 egli ricopre la carica di vicario patriarcale dell’arcieparchia di Damasco e ha vissuto in prima persona gli anni del conflitto siriano. L’ordinazione sacerdotale risale al 6 maggio 1973, cui segue la nomina a cappellano della Società Missionaria di San Paolo. Il 22 giugno 2001 egli viene nominato arcivescovo titolare di Tarso dei cattolici greco-melkiti e vescovo ausiliare del patriarcato melkita. A presiedere la cerimonia di consacrazione episcopale il 2 settembre 2001 vi era il patriarca emerito Gregorio III Lahham. Dal 2001 al 2006 ha ricoperto la carica di superiore generale della sua comunità. Quindi nel 2007, il trasferimento nell’arcidiocesi di Damasco. Attivo all’interno della Caritas Siria, egli cura in prima persona oltre 40 progetti umanitari nella capitale siriana, oltre che ad Aleppo e Hassaké.

Fra le curiosità, il neo patriarca ha scritto il testo di una canzone interpretata dalla cantante Marie Keyrouz, intitolata “L’ensemble de la Paix”, contenuta all’interno dell’album musicale “Cantiques de L’Orient”.
Il nome melkita (o greco-cattolica) indica i cristiani orientali di rito bizantino, legati a Roma dal 1724, che dispongono di un clero proprio e di un capo spirituale. La Chiesa greco-melkita annovera fedeli non solo in Medio oriente (Siria, Libano, Giordania, Palestina), ma anche in Africa (soprattutto Egitto), in America del Nord, in Brasile e in Francia. Oggi conta circa un milione e 700mila fedeli ed è presente soprattutto in Libano, Siria e Giordania, anche se non mancano comunità nei Paesi della diaspora (Australia, Canada e Stati Uniti su tutti).
La liturgia in uso presso i melchiti segue il rito bizantino, caratteristico della maggior parte dei cristiani orientali. Inoltre, i suoi fedeli si distinguono da altri cristiani d’Oriente poiché usano come lingua liturgica, accanto al greco, anche l’arabo. Nel Paese dei cedri rappresentano la seconda comunità cattolica dopo i maroniti.

ABSI PATRIARCA

OCT – I Templari di Jacques De Molay

ORDINE CONGREGAZIONALE TEMPLARE “JACQUES DE MOLAY”
Pauperes Commilitones Christi Templique Salomonis

++
“Fratello Jacques, noi, nel nostro tempo e nei nostri spazi, Ti rendiamo giustizia onorando il Tuo nome, dando con questo, titolo, alla nostra Congrega, e ci onoriamo a nostra volta di tanto.”
(dalla Carta Magna della nostra Nobile Congregazione, © diritti riservati OCT) oct.jacquesdemolay@gmail.com